dal Quartiere n° 30 - Un po' di storia di Livorno : 21 Gennaio 1921 nasce a Livorno il Partito Comunista d’Italia PDF Stampa E-mail

 


 

A Livorno, nel Teatro Goldoni, al 17° congresso del Partito Socialista Italiano, 91 anni fa, fu scissione, i delegati Comunisti, fra i quali il gruppo piemontese gramsciano dell' Ordine nuovo (Gramsci,Togliatti, Terracini e Tasca) e la frazione astensionista del gruppo bordighiano del Soviet del Partito Socialista (Bordiga), abbandonano il teatro Goldoni, sede del congresso. Riunitisi nel vicino teatro S.Marco, deliberano la costituzione del Partito Comunista d'Italia, sezione italiana della III Internazionale Comunista. Il partito fa dichiarato illegale dal regime fascista, continuò ad operare in clandestinità, e condusse, grazie alla fede incrollabile dei suoi militanti e quadri, una difficile battaglia, prima di difesa dalla dura repressione fascista e in seguito riuscì a condurre con efficacia il contrattacco, preparando le giovani leve comuniste, inquadrandole nelle Brigate Garibaldine attive nella lotta partigiana. Nel dopoguerra diventerà il più grande Partito Comunista dell'occidente capitalista. Oggi questo partito non esiste più: alla ricerca di una via italiana al Socialismo con Togliatti, caduto nella rete del compromesso storico con Berlinguer, è stato rinnegato e liquidato da Occhetto e D'Alema, trasformandolo nel PDS (1991-1998) - poi DS (1998-2007) ; dalla scissione di questi partiti sono nati Rifondazione Comunista e i Comunisti Italiani.

 

Le iniziative del Centro Politico 1921 per l'anniversario:

 

Le nostre idee non vanno in CRISI..

Oggi come ieri COMUNISTI !




Due giornate organizzate dal Centro Politico 1921 – via dei Mulini 29

In occasione del 91° anniversario della nascita del Partito Comunista d’Italia



PROGRAMMA

***


VENERDI’ 20 GENNAIO 2012

ore 19:00 presentazione del libro "Lenin, il pensiero strategico. Il partito, il combattimento, la rivoluzione" sarà presente l'autore Emilio Quadrelli

ore 21:00 Cena Popolare

a seguire DJ Set




SABATO 21 GENNAIO 2012

ore 16:00 concentramento Teatro Goldoni - CORTEO per il 91° anniversario della nascita del Partito Comunista d'Italia

Il corteo termina al Teatro San Marco luogo in cui nacque il Partito Comunista d’Italia il 21 gennaio del 1921


ore 21:00 Cena Popolare
a seguire concerto a cura di Redsound 21 con

Malasuerte FI Sud

e I.D.P Istituzione di Diritto Proletario - ska Roma



***

RECENSIONE DEL LIBRO



"Lenin, il pensiero strategico. Il partito,il combattimento, la rivoluzione" di Emilio Quadrelli


Qual è oggi il senso di un’antologia di Lenin?

Che attualità possono avere i suoi testi?

Nell’introduzione di Emilio Quadrelli troviamo subito risposta a queste domande. Lo scenario internazionale è caratterizzato dalla crisi economica, dalla continua esplosione di guerre e di insurrezioni popolari. Non si è verificata quella fine della storia che in molti avevano sentenziato dopo il crollo del muro di Berlino. La storia non è finita e il libero mercato non ha trasformato la politica e il sogno di una cosa in inutili retaggi del passato. Occorre allora ritrovare i grandi testi del pensiero rivoluzionario, nei quali l’opera di Lenin occupa un posto privilegiato. Nell’era del capitalismo e della guerra globali appare indispensabile tornare a leggere chi più di tutti ha compreso il carattere internazionale del conflitto, le ricadute politiche dello sviluppo del mercato e la relazione indissolubile che la politica ha sempre con la guerra.

Il «pensiero strategico» evocato è allora un ripensamento della teoria marxista in cui il pensiero politico e il pensiero militare non possono venire disgiunti. Rileggere Lenin appare così un antidoto alle retoriche che vogliono la definitiva messa in mora delle categorie del politico e il nostro mondo il migliore dei mondi possibili, minacciato al suo interno non da oppositori politici ma da devianti e, sulla scena internazionale, non da nemici ma da canaglie e banditi.

Il volume offre una selezione cronologica delle opere di Lenin, dall’organizzazione del partito alla preparazione della rivoluzione, dal combattimento alla conquista del potere, introdotta da chiare schede storico-politiche, utili per la precisa contestualizzazione e l’approfondimento dei testi.



APPELLO AL CORTEO

Come ogni anno scendiamo in piazza per ricordare e festeggiare la nascita del Partito Comunista d’Italia, avvenuta nel lontano 21 gennaio 1921 nella nostra città, all’interno del Teatro San Marco.

Benché di quel partito rivoluzionario che non avrebbe mia accettato nessun compromesso con il capitalismo, oggi non rimanga più nulla a causa delle continue degenerazioni che ha subito nel corso del tempo, noi scendiamo in piazza per rivendicare la nostra appartenenza politica. Rivendichiamo di essere comunisti e ci identifichiamo in una gloriosa storia politica, che parte dalla lotta partigiana e antifascista, e arriva alla lotta per i diritti dei cittadini e dei lavoratori.

In Italia è stato molto difficile, anche nel primissimo dopoguerra mantenere la democrazia per la quale tanto avevano lottato i partigiani durante il fascismo, nonostante la repressione e la persecuzione. E tanto hanno contribuito i comunisti negli anni seguenti al progredire della democrazia. I comunisti hanno fatto la storia dei diritti e della civiltà. Hanno rappresentato un grande contrappeso al liberismo sfrenato, alle disuguaglianze. I comunisti hanno dato il loro fondamentale contributo in tutti i campi, alle lotte studentesche, a quelle sul lavoro, a quelle per i diritti. E non dimentichiamoci il contributo che le donne comuniste hanno dato al movimento femminista, alla lotta contro il patriarcato e per l’emancipazione.

Essere comunisti oggi vuol dire lottare contro un sistema economico in crisi, il capitalismo, che non è mai stato in grado di risolvere i problemi che lacerano la società, il problema della pace e della guerra, delle miseria, della disoccupazione. E sempre più emerge la necessità di una diversa direzione economica fondata su scelte che non siano affidate soltanto al libero mercato. Il capitalismo genera disuguaglianze enormi, conflitti, crisi. E oggi più che mai queste degenerazioni sono sotto gli occhi di tutti.


OGGI COME IERI…COMUNISTI !


CENTRO POLITICO 1921

 

Prossimi Eventi

Non ci sono eventi al momento.

Archivio "Il Quartiere"

Corso Canto Popolare




Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.