dal Quartiere n° 36 - 25 aprile – 1° maggio in Fortezza Nuova La storia dei festeggiamenti e delle denunce PDF Stampa E-mail

 

 

 

E’ ormai una tradizione consolidata quella di festeggiare le date che vanno dal 25 aprile al 1° maggio all’interno della Fortezza Nuova.
Eppure è dal 2008 che il parco più bello e grande della città è stato chiuso dall’amministrazione comunale per motivi di inagibilità e sicurezza.
I lavori per metterla a norma e riaprirla, non si sa quando sono iniziati e quando finiranno. Non parliamo solo della Sala degli Archi, ma dell’intero parco. Inoltre si sono sprecate le dichiarazioni del Sindaco che lamentava la mancanza di fondi di finanziamento per i lavori e faceva intendere la possibilità di affidare la gestione ad un privato. Noi ci siamo sempre opposti a quest’ultima ipotesi perché quello è un parco pubblico e tale deve rimanere: gratuito e accessibile a tutti. Anzi noi abbiamo proposto più volte che diventasse un parco attrezzato con strutture fisse a disposizione di chiunque ne facesse richiesta, inserendolo in una proposta del “progetto” cosiddetto partecipativo Pensiamo in Grande.
Nonostante i lavori per riaprirla e metterla a norma vadano molto a rilento, ogni anno la Fortezza è stata riaperta e pulita a cavallo del 25 aprile e del primo maggio, da gruppi di giovani dei Centri Sociali, dei sindacati di base, associazioni e singoli cittadini.
Anche noi abbiamo partecipato a queste iniziative, che hanno visto dal 2001 in poi organizzare giornate di festa, riflessioni, commemorazioni e dibattiti.
Queste date che vengono festeggiate in ogni città d’Italia con feste paesane, nella nostra città sono completamente dimenticate, soprattutto il primo maggio.
Negli anni abbiamo provato a chiedere autorizzazioni formali per l’uso del parco per ricordare queste importanti date, ma le risposte sono sempre state negative o sono state fatte richieste assurde. Il tutto si svolgeva quindi sempre in un regime di occupazione teso anche alla sensibilizzazione e alla richiesta di riapertura della Fortezza. La stessa festa di Liberazione organizzata anni fa in fortezza non aveva alcuna autorizzazione. Con un silenzio assenso si lasciava che si svolgessero tali celebrazioni senza che nessuno se ne assumesse la responsabilità.
Solo nel 2009 i movimenti hanno avuto l’autorizzazione ad organizzare un’iniziativa di 10 giorni sul prato esterno. Il risultato è stato di 4 multe da 1.000 euro a carico degli organizzatori che dopo un ricorso sono state annullate dal giudice. A ciò si è aggiunto un decreto penale di condanna a chi aveva firmato i fogli per la richiesta di autorizzazione.
La beffa più grossa è arrivata quest’anno e fa riferimento alla festa in Fortezza del 2010: ben 20 decreti penali di condanna di 5.100 euro ciascuno per un totale di oltre 100.000 euro!!!! Ci sembra veramente paradossale che in questa città non si possano festeggiare due date importanti come il 25 Aprile e il 1° Maggio e che la Fortezza rimanga inaccessibile ai cittadini. Ovviamente le persone colpite da questi provvedimenti faranno ricorso poiché non è possibile essere condannati ingiustamente e senza motivo, senza neanche aver subito un processo.
In questi giorni sui giornali si parla di una riapertura della Sala degli Archi, speriamo sia il primo passo per poter usufruire nuovamente di quegli spazi pubblici. Anche quest’anno le celebrazioni si svolgeranno all’interno della Fortezza con l’organizzazione di dibattiti, momenti di festa e riflessione dal 25 al 28 Aprile.**

**si è deciso di svolgerli all'ex caserma occupata , visto che in quei giorni era prevista l'inaugurazione della sala degli archi

 

 

Prossimi Eventi

Non ci sono eventi al momento.

Archivio "Il Quartiere"

Corso Canto Popolare




Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.