dal Quartiere n° 17 - Chiacchierata sul quartiere- Intervista al libraio di Piazza Garibaldi n. 12 PDF Stampa E-mail

 

Renato è sposato e ha 3 figli, ha aperto “Il Mercante” da Aprile 2010.

Cosa vendi nella tua bottega?

Vendo libri e fumetti usati anche in contovendita, li ripulisco e li rimpacchetto. La mia è una passione che avevo fin da giovane, infatti sono anche io un collezionista di fumetti, ma quando la mia casa si è riempita di fumetti e libri, ho deciso di venderne alcuni e continuare a coltivare così la mia passione. Prima di aprire il negozio facevo il promotore finanziario. Adesso giro anche vari mercatini allestendo dei banchetti, sono stato in via della Madonna a Effetto Venezia e ora dovrei andare anche in Piazza Cavour quando faranno un mercatino.

Quali sono i fumetti più rari o di valore che hai? Cosa vendi principalmente?

Direi  “I capolavori di Urania”, “B.C.” di Johnny Hart e fumetti di fantascienza degli anni ’60. Il fumetto che vendo di più è Dylan Dog e poi diversi libri gialli e thriller, qualche libro di storie d’amore e classici. Vorrei inoltre aggiungere che a Livorno si legge molto di più di quello che si pensa.

Perché hai aperto in questo quartiere?

Principalmente perché l’affitto è basso, con 1.500 euro di investimento iniziale ho aperto il posto risistemato il pavimento, tinto le pareti e arredato con qualche mobile usato. In altre zone della città non sarei potuto andare avanti con la crisi e gli affitti alti che ci sono. Inoltre questo fondo si affaccia su Piazza Garibaldi che con il suo mercato attira diversa gente. Pensavo che il Comune avesse qualche progetto per riqualificare la Piazza e il mercatino, ma mi sa che non è previsto alcun progetto. Il periodo estivo è stato molto fiacco. Il mercatino è aperto solo la mattina e tutto il pomeriggio le baracchine restano chiuse e la gente nella piazza è poca.

Cosa faresti per migliorare la piazza e il commercio nella zona? Il turismo può aiutare?

Ogni città ha le sue caratteristiche, questa piazza è bellissima: si affaccia sulla Fortezza Nuova, e sui fossi, è molto caratteristico, soprattutto per persone che vengono da fuori. Molti livornesi danno per scontati questi scorci. Virzì ha giustamente ambientato scene del suo film in questa piazza. Innanzitutto il Comune dovrebbe riaprire la Fortezza anche per i turisti e poi dovrebbe incentivare l’apertura del mercatino pomeridiano e delle baracchine. Sarebbe bello anche se il Comune riaprisse e ristrutturasse le vecchie cantine inserendole in un giro turistico cittadino.

Perché sono importanti le botteghe e i negozi di quartiere? Hanno una funzione sociale molto importante che favorisce l’incontro e la conoscenza tra i residenti e gli abitanti in generale. Inoltre le persone anziane che non possono spostarsi hanno bisogno di un negozio vicino da poter raggiungere senza l’utilizzo dell’auto. In questo periodo di crisi inoltre tra persone che i negozianti conoscono, si può “segnare”, prova a farlo all’Ipercoop…..Purtroppo però in questi anni le botteghe di quartiere vivono un momento di difficoltà a causa dell’apertura di moltissimi ipermercati e hanno diminuito di molto le vendite nel tempo. Solo i negozi “storici” hanno lavoro come ad esempio il meccanico e l’ottico.

Cosa ci dici di piazza Garibaldi?

Durante i miei orari di apertura è molto tranquilla, a parte qualcuno che ogni tanto fa la pipì e fuma qualche canna. La sera, per sentito dire, perché io non abito qui, sembra che ci sia un po’ di spaccio. Ho subito un piccolo furto da un tossico che mi ha rubato pochi spiccioli dalla cassa mentre ero in un’altra stanza. Vabbè, poco male, ho imparato la lezione. Un problema di questa piazza e del quartiere è quello del posteggio, soprattutto per i non residenti che vogliono venire a comprare qui, e anche per gli stessi proprietari e dipendenti dei negozi che abitano in altre zone della città e non hanno la lettera.

Vuoi aggiungere qualcosa?

Sì, sarei curioso di sapere se potrebbe avere un mercato se tenessi qualche libro in lingua araba, visto che ci sono diversi stranieri che lo parlano, ma non ho mai visto nessuno che vende tali libri. Il problema è che io l’arabo non lo parlo e non lo so leggere, quindi avrei bisogno di qualche consiglio, chissà che non interessi a qualcuno poi venirli a comprare.

 

Prossimi Eventi

Non ci sono eventi al momento.

Archivio "Il Quartiere"

Corso Canto Popolare




Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.