dal Quartiere n° 3 - "Ciao compagno Alfredo" PDF Stampa E-mail

 

 

Il 29 aprile scorso è morto Alfredo Bicchierini, ci piace ricordarlo in questo giornale perché Alfredo oltre ad essere un amico e un compagno era anche un abitante di via Terrazzini. Alfredo iscritto al PCI cittadino, fin dai primi anni 60 era in disaccordo con la linea che il partito teneva a livello locale, in particolare per le questioni riguardanti la gestione del porto. Erano gli anni della guerra nel Vietnam e dei movimenti di liberazione nazionale e per un militante come Alfredo era impensabile sostenere le lotte contro l’ imperialismo americano e nel contempo, seguendo la logica aziendale della CLP, adempiere agli obblighi assunti col comando SETAF di camp darby e quindi movimentare le armi americane che transitavano dal porto. La guerra del Vietnam in particolare produsse movimenti di protesta in tutto il mondo ed nuovo radicalismo giovanile che Alfredo ed i compagni del suo gruppo cercarono di intercettare per creare una unità di intenti tra operai e studenti. Questo nuovo radicalismo Alfredo e molti altri in Italia cercarono di portarlo all’ interno del PCI, criticandone la linea dettata dal realismo togliattiano che in quasi 20 anni dalla fine della guerra ben poco aveva prodotto per le classi subalterne. Il tentativo non andò a buon fine e poco dopo Alfredo ed altri furono espulsi dal partito e l’ anno dopo condivise la stessa sorte tutto il gruppo del manifesto. L’ espulsione non solo costo a questo gruppo l’ isolamento dal partito ma anche l’ isolamento rispetto alla repressione delle forze di polizia. Certo questo non basto per piegare le ragioni e l’ orgoglio di un militante sempre in prima fila nella sinistra libertaria e internazionalista di questa nostra città, ma al contrario ha continuato fino in fondo il confronto delle idee, l’ organizzazione dei movimenti, la condivisione delle esperienze dei giovani come quelle dei settori meno tutelati della popolazione, la lettura e lo studio costanti, rifuggendo dalle scorciatoie organizzativistiche e sostenendo invece l’opera lenta ma rispettosa della maturazione soggettiva premessa della coscienza collettiva.

 

Prossimi Eventi

Non ci sono eventi al momento.

Archivio "Il Quartiere"

Corso Canto Popolare




Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.